Home

PEKIT

Permanent Education and Knowledge on Information Technology – Security

PEKIT Security certifica le conoscenze, le competenze e le procedure necessarie a garantire la sicurezza dei sistemi informatici. Queste abilità sono proprie della figura professionale dell’Ethical Hacker.

L’ethical hacker è un esperto in sistemi informatici e reti che, su mandato del legittimo proprietario, tenta sistematicamente di penetrare un sistema informatico o una rete con lo scopo di evidenziare tutte le possibili vulnerabilità che un hacker potrebbe individuare e sfruttare per portare a termine un attacco informatico.

Gli ethical hacker certificati Pekit Security usano gli stessi metodi e le stesse tecniche utilizzate dagli hacker per testare e violare le difese di un sistema. Tuttavia, invece che approfittare delle eventuali vulnerabilità trovate, gli Ethical Hacker ne fanno una dettagliata analisi allo scopo di fornire consigli ed opportune contromisure utili affinché l’organizzazione possa migliorare la propria sicurezza. I professionisti in possesso della certificazione Pekit Security rappresentano dunque una risorsa fondamentale nell’arsenale aziendale atta ad assicurare la protezione del know-how, la sicurezza dei dati e più in generale proteggere un’organizzazione da attacchi di cybercrime.  

Il professionista certificato PEKIT Security può operare in aziende pubbliche e private in qualità di security manager, collaborare con le forze dell’ordine e prestare la propria consulenza professionale come CTU e CTP nelle procure e nei tribunali nell’ambito di procedimenti giudiziari in campo penale, civile ed amministrativo. Infine, il professionista certificato PEKIT Security, potrà  espletare il proprio ruolo come lavoratore dipendente di società specializzate nella sicurezza informatica. 

Per coloro che si iscriveranno entro il 01 marzo 2019 il costo del corso + l'esame di certificazione sarà di soli € 350,00 anzicchè € 450,00.

Le certificazioni Pekit sono strutturate in base a regole e procedure condivise a livello nazionale e internazionale; sostengono la diffusione della cultura digitale come principio di Lifelong Learning digitale predisponendo percorsi formativi per soddisfare i fabbisogni formativi dei docenti  secondo il quadro di competenze EQF sviluppato da UNESCO 2011 (Unesco ICT Competence Framework for Teachers).

La certificazione Pekit LIMprogettata secondo quanto previsto dal framework europeo, fornisce gli strumenti per mettere ogni attore della Scuola digitale nelle condizioni di indirizzare il proprio contributo coniugando Saperi, Abilità, Certificazioni e Competenze. 

Pekit LIM: riscrivere la “sceneggiatura” della lezione

La LIM è la trasposizione tecnologica dello strumento didattico utilizzato da sempre nell’istruzione che è per l’appunto la lavagna di ardesia.  “La lavagna interattiva multimediale (LIM) offre la possibilità di ibridare i contenuti digitali nella didattica frontale, modificando la “sceneggiatura” della lezione e trasformando lo spazio della classe in un ambiente di mixed reality, in cui digitale e analogico, virtuale e reale, convivono; la LIM diventa il punto di partenza e il punto di arrivo, le scelte metodologiche didatticheorbitano intorno a tale medium. La LIM è un portale in grado di trasportare l’apprendimento verso nuove dimensioni, dove la stessa conoscenza trova una propria struttura di fisicità e tangibilità, seppur virtuale, e dove lo stesso studente diventa un protagonista attivo, agisce alternando da una parte momenti di ricerca con momenti di rielaborazione interattiva e manipolativa, dall’altra momenti di sintesi con momenti di espansione cognitiva e creativa.

Il docente digitale: la didattica espressa con lo stesso linguaggio degli studenti

In una società sempre più tecnologica e multimediale è fondamentale per i docenti utilizzare la tecnologia per avvicinarsi agli alunni stessi, cercando di capire il loro mondo. La didattica tecnologica si basa proprio sul presupposto di usare i linguaggi più affini agli alunni per migliorare il processo di insegnamento – apprendimento.

La capacità e l’inventiva dei docenti nel rispondere alle sollecitazioni quotidiane che derivano da un’interazione attiva con gli alunni, costituiscono un presupposto irrinunciabile per un utilizzo propositivo della LIM, favorendo la costruzione di un apprendimento cooperativo e fortemente dinamico. Le opportunità offerte dalla tecnologia sono da considerarsi non soltanto in relazione allo sviluppo di specifiche conoscenze o abilità, ma a supporto dell’intero processo di insegnamento / apprendimento per l’acquisizione di competenze complesse, quelle richieste come la risoluzione dei problemi, lo sviluppo di congetture e dimostrazioni.

Pekit LIM: il percorso di formazione e certificazione

Il percorso formativo, strutturato nei tre moduli del Syllabus per la “certificazione Pekit LIM”, risulta efficiente nel preparare i docenti a progettare nuovi ambienti di apprendimento ed efficace nel formarli all’uso della lavagna interattiva multimediale, sperimentando percorsi innovativi e offrendo loro un’opportunità unica per integrare l’esperienza educativa con gli strumenti e le risorse che il software mette a disposizione.

L’innovazione delle pratiche educative è un processo di profonda trasformazione, per cui il docente necessita di essere sostenuto nella sua esperienza professionale.  Pekit LIM permette tutto questo! La certificazione PEKIT LIM ha l’obiettivo di riconoscere, grazie ad uno standard condiviso,  sia l’abilità nell’utilizzo degli strumenti  tipici della LIM,  sia la conoscenza delle norme minime sulla sicurezza e la gestione tecnica dello strumento tecnologico, sia la  competenza nella progettazione e condivisione  di artefatti tecnologici generati grazie alla LIM stessa,  volti ad una didattica interattiva, costruttiva e collaborativa, mirata a  garantire il successo formativo degli utenti fruitori.

La struttura dei tre moduli delinea un utilizzo ampio della funzionalità strumentale, metodologico e inclusivo, permettendo non solo l’acquisizione delle conoscenze e delle competenze strumentali, ma anche di saper progettare e realizzare attività didattiche strutturando scenari di apprendimento dove l’alunno diventa protagonista del suo processo di apprendimento. La potenzialità della LIM facilita processi positivi di tipo inclusivo in grado di riconoscere le specificità, le esigenze e le potenzialità di ciascun studente e l’uso valorizzato delle differenze individual

La certificazione PEKIT LIM

La certificazione Pekit LIM è strutturata mediante un solo esame basato su domande a risposta multipla e susimulazioni reali di OpenBoard, software che sostituisce il precedente Open-Sankoré 2.0. OpenBoard è un software open source multipiattaforma per LIM compatibile con qualsiasi dispositivo e progettato per l’uso nelle scuole e nelle università.

L’esame PEKIT LIM comprende argomenti dei seguenti tre moduli:

MODULO 1: Competenza strumentale

Il Syllabus del modulo 1 è stato pianificato con contenuti relativi alle caratteristiche e tipologie della LIM come Hardware e Software. I contenuti sono suddivisi per categorie:

  • La LIM: caratteristiche e tipologie
  • Le norme di sicurezza
  • Il software della LIM e le sue funzioni

MODULO 2: Competenza didattica – educativa

Il Syllabus del modulo 2 prende in esame l’aspetto pedagogico della LIM nel contesto didattico educativo e metodologico.

  • Uso didattico della Lavagna Interattiva Multimediale
  • Uso della LIM per potenziare i processi di insegnamento- apprendimento
  • Esempi di lezione con la LIM

MODULO 3: LIM e inclusione

La sfida del Modulo 3 risiede nel riuscire a implementare modi d’uso della LIM che risultino vantaggiosi per alunni DSA e/o BES e che, allo stesso tempo potenzino la partecipazione degli stessi all’attività dell’intero gruppo classe.

  • La scuola è di tutti
  • Le ICT e la didattica inclusiva
  • Didattica inclusiva con la LIM

PEKIT LIM: gli autori

Il percorso di formazione e certificazione PEKIT LIM è stato progettato grazie alla collaborazione di esperti di rilievo nell’ambito della didattica digitale e tecnologica:

  • Anna Pietra Ferraro esperta in Tecnologie didattiche, docente a contratto presso l’ Università di Napoli l”Orientale” nei percorsi PAS e TFA. Facilitatore EPICT (European Pedagogical ICT Licence) presso IL DIBRIS, Dipartimento di Informatica Bioingegneria Robotica e Ingegneria dei Sistemi dell’Università di Genova. Ha partecipato, in veste di autore, esperto e coach a tutte le azioni messe in campo dal MIUR nell’ambito del PNSD: LIM , DIDATEC, Cl@ssi 2.0.
  • Angela Passaretti programmatore, esperto delle ICT e Formatore di tecnologie per la didattica. Ha partecipato in qualità di Esperto e tutor alle azioni messe in campo dal MIUR nell’ambito del PNSD. Collabora con Ente Accreditato dal MIUR per la Formazione.
  • Gloria Cogliati si occupa di Tecnologie didattiche dalla metà degli anni ‘80. Facilitatore EPICT (European Pedagogical ICT Licence) e formatore PNSD. Docente esperta presso USP MS-LU per la formazione TIC e l’inclusione; già tutor nei progetti Cigno e docente in corso specializzazione per l’handicap per le aree 4 e 5. Progettista per classi 2.0, Tutor in progetti regione Toscana, Esperto LIM, Cl@ssi 2.0.
  • Daniela Carchedi grafico, web designer ed esperta nella tecnologie informatiche, in particolare nella realizzazione e nella gestione delle piattaforme web dedicate alla didattica. Ha partecipato in qualità di Esperto nella realizzazione delle azioni di formazione dei docenti nell’ambito del PNSD.
  • Luca Maletta consulente informatico, sistemista e progettista di ambienti d’apprendimento, Esperto delle ICT e Formatore nell’ambito delle azioni MIUR e nel PNSD. La sua esperienza nel campo delle certificazioni informatiche in qualità di Formatore ed Esaminatore è assidua e continua. Dal settembre 2017 è Presidente dell’Associazione Culturale Farnese, Ente di Formazione che promuove il costante e continuo aggiornamento e orientamento del personale dirigenziale, docente, amministrativo e tecnico delle scuole pubbliche e parificate di ogni ordine e grado.

Il corso di formazione sull’uso didattico della LIM

Significativi risultano i modelli pedagogico-didattici che il percorso previsto propone. Tutte le strategie si inseriscono in un processo che vedono docente e alunno coinvolti come attori. 

La LIM, configurata come un “tavolo di montaggio della conoscenza” (G.Biondi,  A scuola con la Lavagna Interattiva Multimediale, GIUNTI 2007)   media una negoziazione e una produzione dialogica dei contenuti, innescando un cambia­mento che va verso una classe interattiva, inserita in un più ampio e graduale ripensamento metodologico che coinvolge il docente, la struttura dell’ambiente di apprendimento e le modalità di insegnamento.

Vista in quest’ottica, il percorso formativo con il conseguimento della Pekit LIM fa sì che il docente sarà in grado di:

  • integrare nella didattica quotidiana un’ampia varietà di linguaggi, codici, modalità comunicative ed espressive;
  • pianificare attività didattiche che prevedono l’uso della LIM;
  • reperire ed utilizzare risorse e strumenti digitali nella didattica in classe con la LIM;
  • integrare la LIM nella conduzione delle attività didattiche, nell’interazione con e tra gli studenti;
  • saper individuare gli elementi di innovazione e criticità;
  • Inventare, sperimentare e diffondere modalità e strategie didattiche innovative e inclusive.

la certificazione Pekit LIM consente al docente l’acquisizione di competenze specifiche, che in quanto certificazione formale interessa la reale verifica delle conoscenze, delle abilità e delle competenze per costruire un linguaggio comune e un sistema di riferimento per la scuola del futuro.

La certificazione Pekit LIM può essere acquisita da chiunque voglia attestare le competenze dell’uso didattico della LIM.

PEKIT LIM: i tre livelli di formazione

Sono previsti tre livelli di formazione. Il riconoscimento di ore di formazione è dettagliato come segue:

  1. livello base – 150 ore
  2. livello intermedio –  200 ore
  3. livello avanzato –  300 ore

Ciascuno dei percorsi prevede il rilascio di un attestato di aggiornamento riportante il numero delle ore, ed il codice univoco che ne attesta la validità. 

Scarica il programma ufficiale della certificazione

La certificazione PEKIT LIM si consegue superando un solo esame:

  • PEKIT LIM

L’esame PEKIT LIM, se aggiunti ai quattro esami Expert, è valido ai fini del conseguimento della certificazione PEKIT Advanced.

iscriviti al corso!

Permanent Education and Knowledge on Information Technology – App

PEKIT App certifica le conoscenze, le competenze e le procedure necessarie a programmare App per dispositivi mobilI basati su sistema iOS di Apple.

Il professionista certificato PEKIT App può operare come programmatore freelance oppure in aziende pubbliche e private in qualità di Apple Developer.

PEKIT App è una certificazione creata da docenti e ingegneri del Comitato Scientifico di Fondazione Sviluppo Europa Onlus per verificare le competenze di studenti e principianti della programmazione nella creazione di app con Swift, uno dei linguaggi di programmazione più usati al mondo.

PEKIT App verificherà la capacità di scrivere codice e progettare app del tutto funzionanti, verificando competenze fondamentali per chi vuole lavorare nel mondo dell’informatica e dello sviluppo di software.

 La certificazione PEKIT App si consegue superando un solo esame (Pekit App) mediante il quale saranno certificate le competenze del candidato rispetto ai contenuti delle seguenti quattro aree:

  1. Unità 1 – L’interfaccia Xcode e configurazione.
  2. Unità 2 – Costruire l’interfaccia.
  3. Unità 3 – Effetti speciali e procedure avanzate.
  4. Unità 4 – Usare basi di dati e localizzare l’app.

Scarica il programma ufficiale della certificazione

iscriviti al corso!

CAD for Permanent Education and Knowledge on Information Technology Project

Sviluppata sulla base di standard internazionali, PEKIT CAD è una certificazione che attesta le conoscenze nell’utilizzo di programmi informatici per la progettazione generale in ambiente 2D/3D.

i rivolge a giovani diplomati o laureati in materie tecniche, al personale della Pubblica Amministrazione e a professionisti interessati a specializzarsi e qualificarsi in ambito CAD (Computer Aided Design). I campi di applicazione
vanno dal settore edile, alla meccanica, fino al design architettonico o industriale e ad ogni altra attività che comporti l’uso del “tecnigrafo elettronico” per disegnare esecutivi e simulare modelli tridimensionali.

Progettata da Fondazione Sviluppo Europa, e sviluppata sulla base di accordi di partnership con Pico S.r.l.. concessionario italiano per Autodesk, PEKIT CAD è una certificazione che attesta le competenze nell’utilizzo dei software di ausilio del disegno mediante computer e, più in generale, nella progettazione in ambiente 2D/3D attraverso l’utilizzo del computer; l’ambiente software utilizzato per le simulazioni di esame è Autocad 2011 di Autodesk. 

La certificazione PEKIT CAD si consegue superando un solo esame (Pekit CAD).

L’esame Pekit CAD, se aggiunto ai quattro esami Expert, è valido ai fini del conseguimento della certificazione PEKIT Advanced.

Scarica il programma ufficiale della certificazione

iscriviti al corso!

Permanent Education and Knowledge on Information Technology – Privacy GDPR DPO

Nata sulla scorta dei provvedimenti previsti dal Regolamento UE 2016/679 del 27/04/2016, la certificazione PEKIT PRIVACY GDPR DPO – Data Protection Officer certifica le conoscenze che il Responsabile Protezione Dati – Data Protection Officer (RPD/DPO) deve possedere al fine di espletare gli adempimenti previsti dalla nuova normativa europea.

La novità più significativa introdotta dal nuovo regolamento europeo consiste infatti nell’obbligo per le aziende e per gli enti pubblici di designare un “Responsabile Protezione Dati” o “Data Protection Officer” (RPD/DPO) che dovrà essere un professionista competente, indipendente e potrà anche essere esterno all’ente/impresa.

Il Data Protection Officer certificato PEKIT GDPR DPO è una figura dotata di una conoscenza specialistica della normativa e delle prassi in materia di protezione dei dati, anche nei casi di trattamenti effettuati su larga scala (art. 37).

Entro il 25 maggio 2018 i soggetti che dovranno obbligatoriamente designare un DPO – Responsabile della protezione dei Dati sono:

  • Amministrazioni ed enti pubblici, fatta eccezione per le autorità giudiziarie;
  • tutti i soggetti la cui attività principale consiste in trattamenti che, per la loro natura, il loro oggetto o le loro finalità, richiedono il controllo regolare e sistematico degli interessati;
  • tutti i soggetti la cui attività principale consiste nel trattamento, su larga scala, di dati sensibili, relativi alla salute o alla vita sessuale, genetici, giudiziari e biometrici.

Un titolare del trattamento o un responsabile del trattamento possono comunque designare un Responsabile della protezione dei dati anche in casi diversi da quelli sopra indicati. Inoltre è previsto che un gruppo di imprese o soggetti pubblici possano nominare un unico DPO.

Il Data Protection Officer certificato PEKIT GDPR DPO è dunque una nuova figura professionale che va ad inserirsi nel panorama, già nutrito, dei consulenti aziendali sempre più proiettati ad una totale compliance in materia di sicurezza nelle aziende ed è quindi un manager che dovrà necessariamente avere approfondite conoscenze sia in campo normativo sia in materia di sicurezza informatica.

Il syllabus della certificazione PEKIT PRIVACY GDPR DPO – Data Protection Officer è stato progettato in collaborazione con importanti organismi di settore:

  • STUDIO LEGALE De Grazia – Roma, Milano, Frosinone 
  • FORENSICS GROUP – associazione culturale e scientifica, interdisciplinare, che ha lo scopo di promuovere iniziative informative, formative, di sensibilizzazione e ricerca in materia di Criminologia, Investigazione e Sicurezza.
  • IUSIT – Associazione del settore giuridico fondata esclusivamente da avvocati che operano in vari settori del diritto, dislocati su tutto il territorio nazionale, uniti dalla passione per l’informatica e la telematica,
  • I4SEC, gruppo di professionisti che si occupano sia della implementazione sia della gestione della sicurezza, declinata in ogni suo aspetto
  • MODiCT (Mediterranean Observatory on Digital Culture and Tourism – Unisalento) – Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo di Unisalento
  • ANIP Albo Nazionale Informatici Professionisti – Sito ufficiale dei professionisti dell’informatica.
  • ESPERTI.COM –  importante pool di professionisti del settore, con esperienza decennale nel settore della privacy, della sicurezza informatica e delle indagini digitali forensi,

Le caratteristiche ed i contenuti della certificazione PEKIT Privacy GDPR DPO sono in linea con gli “elementi per la valutazione e convalida dei risultati dell’apprendimento” dettati dall’UNI – Ente Italiano di Normazione introdotti dalla direttiva UNI DPO 11697-2017 del novembre 2017 (*).

La norma definisce i profili professionali relativi al trattamento e alla protezione dei dati personali coerentemente con le definizioni fornite dall’EQF e utilizzando gli strumenti messi a disposizione dalla UNI 11621-1 “Attività professionali non regolamentate – Profili professionali per l’ICT – Parte 1: Metodologia per la costruzione di profili professionali basati sul sistema e-CF”.

La certificazione PEKIT PRIVACY GDPR DPO può essere pertanto utilizzata come strumento valido ai fini della “Valutazione e convalida dei risultati dell’apprendimento non formale” (UNI DPO 11697:2017, Art. 6.2)

Per coloro che si iscriveranno entro il 29 dicembre 2018 il costo del corso + l'esame di certificazione sarà di soli € 200,00.

La certificazione PEKIT PRIVACY GDPR DPO – Data Protection Officer è stata voluta e progettata allo scopo dicompletare il percorso di certificazione rivolto ai professionisti della IT security aziendale già intrapreso da PEKIT Project attraverso le certificazioni PEKIT Security e PEKIT Computer Forensics.

 Scarica il programma ufficiale della certificazione

La certificazione PEKIT PRIVACY GDPR DPO si consegue superando 4 esami:

  • n° 3 esami teorici mediante i quali saranno verificate e certificate le conoscenze del candidato (UNI DPO 11697:2017 – Art. 6.1.2) rispetto ai contenuti delle seguenti aree:
  1. REGOLE GENERALI DI PROTEZIONE DEI DATI 
  2. RESPONSABILITA’ 
  3. TECNICHE PER GARANTIRE IL RISPETTO DEL REGOLAMENTO DI PROTEZIONE DEI DATI
  •  1 esame pratico OPERARE COME DPO: CASE STUDY E ROLE PLAY, basato su Casi di studio  (UNI DPO 11697:2017 – Art. 6.1.3) e simulazione di situazioni reali operative in role play (UNI DPO 11697:2017 – Art. 6.1.5). L’accesso a questo esame è subordinato al superamento dei 3 esami teorici.
 

(*) Metodi di valutazione delle conoscenze ed esperienze specifiche del professionista operante nell’ambito del trattamento e della protezione dei dati personali  (UNI DPO 11697:2017 Art. 6.1.2 – 6.1.3 – 6.1.5)

iscriviti al corso!

Certificazione Pekit

La certificazione PEKIT LiberCloud certifica le conoscenze sull’utilizzo della piattaforma didattica LiberCloud, strumento di creazione, gestione e condivisione dei contenuti online e offline. La Certificazione LiberCloud e My Tests mira a renderti autonomo nella creazione, gestione e condivisione di contenuti multimediali fruibili con qualsiasi device tramite l’uso della piattaforma LiberCloud; a gestire ogni tipo di LIM con la funzione Canvas e a supportarli nella progettazione ed erogazione di Test, Quiz e Sondaggi ai tuoi studenti tramite My Tests.

LiberCloud è una piattaforma cloud che permette la produzione, la condivisione e la gestione, in maniera autonoma, di documenti multimediali fruibili con tablet, computer e notebook. L’obiettivo di LiberCloud è quello di migliorare la didattica e l’apprendimento di tutti gli alunni, aiutando gli insegnanti ad essere più efficaci. E’ possibile raggiungere questi obiettivi con un nuovo tipo di gestione dei contenuti ed una piattaforma di collaborazione che permette agli insegnanti di creare, condividere, riutilizzare e adattare ogni materiale didattico consentendo anche agli studenti di contribuire e partecipare online.

LiberCloud è lo strumento che consente in un’unica soluzione:

  • la creazione di contenuti interattivi e multimediali
  • la condivisione, la co-creazione, il riutilizzo e la personalizzazione dei contenuti
  • la collaborazione modulare
  • l’assegno di compiti e la valutazione
  • la condivisione, la pubblicazione e la produttività offline grazie all’integrazione con le applicazioni mobili

LiberCloud supporta il cambiamento pedagogico per l’insegnamento di diversi stili di apprendimento con percorsi personalizzati di apprendimento, Learning Project-Based e feedback continuo e mira a rendere autonomi nella creazione, gestione e condivisione di contenuti multimediali fruibili con qualsiasi device; LiberCloud consente inoltre di gestire ogni tipo di LIM con la funzione canvas e a supportarli nella progettazione ed erogazione di test, quiz e sondaggi agli studenti tramite my tests.

Libercloud aiuta formatori, docenti, manager d’azienda e le loro organizzazioni a liberarsi dai vincoli della formazione tradizionale e dalle tecnologie in uso per la formazione, colmando le carenze di competenze e conoscenza del discente. Inoltre rappresenta una piattaforma indispensabile per gli autori di contenuti multimediali poiché i contenuti creati dal formatore o dai discenti potranno essere condivisi, distribuiti e rivisitati da chi li riceve. L’apprendimento misto sarà così facilitato.

Libercloud offre interessanti funzionalità interattive, che impegnano i partecipanti e che portano ad un’attenzione superiore. Migliore implementazione, una maggiore partecipazione e il sicuro raggiungimento degli obiettivi. 

La certificazione PEKIT LiberCloud si consegue superando un solo esame (Pekit LiberCloud).

L’esame Pekit LiberCloud, se aggiunto ai quattro esami Expert, è valido ai fini del conseguimento della certificazione PEKIT Advanced.

Scarica il programma ufficiale della certificazione

iscriviti al corso!

Lezioni Digitali nelle aule aumentate dalla tecnologia

La Certificazione Pekit Digital Lessons si rivolge ai docenti di ogni ordine e grado con l’obiettivo di verificare le competenze nellaprogettazione di lezioni basate sulla didattica digitale, anche attraverso i social network, e sulla creazione di originali risorse didattiche realizzate con le nuove tecnologie informatiche e prassi metodologiche. Dall’uso della LIM, alla presentazione dei principali software “open source”, l’esame valuta le abilità su strumenti, indicazioni e procedure per costruire lezioni digitali efficaci, contenuti ipertestuali, learning object, test e verifiche. 

Il progetto Digital Lessons è suddiviso in due fasi distinte:
  • FASE 1 – Progettazione dei contenuti digitali
  • FASE 2 – Condivisione e diffusione dei contenuti digitali

FASE 1: Progettazione dei contenuti digitali

Nella Fase 1 dell’esame Pekit Digital Lessons vengono considerate le diverse modalità per progettare lezioni basate su risorse didattiche digitali e viene testata la competenza sul software Exelearning: uno strumento potente, flessibile e gratuito grazie al quale è possibile realizzare lezioni digitali, pagine ipertestuali e materiali di verifica. 

FASE 2: Condivisione e diffusione dei contenuti digitali

Nella Fase 2 dell’esame Pekit Digital Lessons vengono valutate le competenze sulla conoscenza e l’utilizzo delletecnologie di trasmissione e condivisione dei contenuti didattici multimediali.
Sono argomento di questa fase l’utilizzo delle tecnologie di storage online orientate al cloud quali: Google Drive, OneDrive, Dropbox ed altre.
Vengono, inoltre, analizzati i metodi di condivisione e revisione delle lezioni digitali anche e non solo attraverso i social network.
Costituisce argomento conclusivo di questa fase l’introduzione all’uso e la configurazione degli applicativi di Learning Management System tra cui LiberCloud, sul quale è disponibile in esclusiva per l’Italia il percorso di certificazione Pekit LiberCloud.  Per saperne di più visita la pagina dedicata.   

La certificazione PEKIT Digital Lessons si consegue superando due esami:

  • Progettazione dei contenuti digitali
  • Condivisione e diffusione dei contenuti digitali.

I due esami Pekit Digital Lessons, se aggiunti ai quattro esami Expert, sono validi ai fini del conseguimento della certificazione PEKIT Advanced.Scarica il programma ufficiale della certificazione

iscriviti al corso!

Certificazione Pekit

Permanent Education and Knowledge on Information Technology Computer Forensics

PEKIT CoFo certifica le competenze proprie della figura professionale di “Esperto in Investigazioni Digitali” in ambito giudiziario, penale, civile ed amministrativo. Il soggetto certificato PEKIT CoFo può operare come Analista nel mondo aziendale, come investigatore forense e all’interno di un CSIRT (“Computer Security Incident Response Team”).

Generalmente, l’Esperto di Digital Forensics opera come libero professionista, offrendo la sua consulenza ad aziende, uffici giudiziari e forze dell’ordine. In altri casi è un lavoratore dipendente di società specializzate nella sicurezza informatica che offrono, tra i loro servizi, anche indagini di Computer Forensics*.
Questa figura professionale opera prevalentemente al fianco delle Forze dell’Ordine durante le indagini giudiziarie, occupandosi dell’individuazione, della copia, della custodia e dell’autenticazione delle prove di reati informatici.

*Computer Forensics è la disciplina che si occupa della preservazione, dell’identificazione, dello studio, della documentazione dei computer (o dei sistemi informativi in generale), al fine di evidenziare l’esistenza di prove nello svolgimento dell’attività investigativa. (A.Ghirardini: “Computer forensics” – Apogeo). 

La certificazione PEKIT Computer Forensics si consegue superando un solo esame (Pekit CoFo).

L’esame Pekit CoFO, se aggiunto ai quattro esami Expert, è valido ai fini del conseguimento della certificazione PEKIT Advanced.

Scarica il programma ufficiale della certificazione

iscriviti al corso!

Certificazione Pekit

Permanent Education and Knowledge on Information Technology Web Marketing


La certificazione PEKIT Web Creation risponde all’esigenza, da parte di piccole/medie aziende, di formare al proprio interno una figura professionale in grado di sviluppare un sito aziendale di e-commerce (attraverso l’utilizzo dei CMS – Content Management System), di ottimizzarne il posizionamento nei motori di ricerca (CEO – Search Engine Optimization) e di analizzare il traffico generato per massimizzare i profitti
.

Nell’ambito di un’impresa CRM Oriented, il soggetto certificato sarà in grado di utilizzare gli strumenti di comunicazione sociale online e provvederà a implementare un sistema centralizzato di gestione, comunicazione e coordinamento delle risorse, sia a livello di front office che di back office.

L’ultima fase didattica, orientata al rafforzamento dell’immagine aziendale, sarà dedicata al desktop publishing, con particolare attenzione alla progettazione di brochure, e-mail personalizzate, carta intestata e biglietti da visita.

La certificazione PEKIT Web Creation si consegue superando un solo esame (web Creation 2.0). L’esame web Creation 2.0, se aggiunto ai quattro esami Expert, è valido ai fini del conseguimento della certificazione PEKIT Advanced.

Il corso può esser seguito in aula o in videoconferenza.

Per gli iscritti entro il 02 marzo 2019 il costo è di soli € 500,00 anzicchè € 1.000,00 e comprende il corso e l'esame di certificazione.

Permanent Education and Knowledge on Information Technology Project Advanced

Attraverso la metodologia PEKIT è possibile conseguire due differenti livelli di certificazione:

  1. PEKIT Expert, che si consegue mediante il superamento di quattro esami relativi alle prime quattro fasi.
  2. PEKIT Advanced, che si ottiene superando, in aggiunta agli esami precedenti, uno o più ulteriori esami caratterizzanti a scelta tra:
  • PEKIT Web Creation
  • PEKIT CAD
  • PEKIT Computer Forensics
  • PEKIT LiberCloud
  • PEKIT Digital Lessons
  • PEKIT Security
  • PEKIT Privacy GDPR DPO
  • PEKIT LIM

Ciascun esame advanced è valido ai fini del conseguimento della corrispondente certificazione. Tuttavia, se abbinato  alle 4 fasi Expert, da diritto anche al conseguimento della certificazione PEKIT advanced.

Permanent Education and Knowledge on Information Technology Project Expert

Il progetto di certificazione PEKIT Expert (certificazione, riconosciuta dal M.I.U.Re valida per accertare le competenze nell’utilizzo del PC e del Web) è basato su un approccio graduale delle competenze, percorso attraverso 4 fasi corrispondenti ad altrettanti stadi di conoscenza. 

In virtù della suo approccio graduale, il percorso si presta ad essere rivolto a tutte le fasce di utenza, dai ragazzi della scuola primaria fino agli adulti e agli anziani.

Fase 1. Cominciare le operazioni

È una fase introduttiva, semplificata nell’approccio, ma ricca di contenuti, inerente le applicazioni e le funzionalità incluse nei sistemi operativi più diffusi. Nella prima parte del percorso vengono illustrati principi di base della gestione dei file e cartelle e le funzioni di base dei sistemi operativi. La seconda parte è incentrata in maniera specifica sulle due applicazioni più conosciute ed utilizzate negli uffici di tutto il mondo. Il discente impara a scrivere e formattare correttamente un testo, a gestire un foglio di calcolo personalizzandolo con tutte le formattazioni disponibili ed inserendo fin da subito le funzioni più semplici e immediate.


Fase 2. Vivere in connessione

Qui si affronta l’argomento Web in maniera molto ampia: metabolizzato l’approccio al sistema operativo durante la Fase 1, ci si concentra sul mondo internet a partire dal ricco carnet offerto da Google avanzato (Maps, Agenda, Earth…), sugli strumenti di creazione/condivisione online dei documenti. Molta importanza viene dedicata alla realtà e alle potenzialità future del Web 2.0, a partire dai social network Facebook, Twitter, Google+ e alle loro implicazioni in ambito privacy. Oltre ad un approfondito utilizzo della posta elettronica, la fase 2 affronta le applicazioni per video chiamare mediante computer/tablet/smartphone e termina con un importante capitolo sulla sicurezza informatica.


Fase 3. Esperienza multimediale

Una panoramica esaustiva che comprende il fotoritocco e la creazione di CD/DVD, ma che si spinge fino all’editing audio e video.
Si esplora infatti il mondo dell’informatica nel contesto più ampio della comunicazione multimediale. L’obiettivo è lo studio degli elementi tecnici di base per il trattamento digitale dell’audio del video e delle immagini, in funzione del loro inserimento in un’opera multimediale, come un Cd-Rom, un sito Web, una presentazione multimediale, un filmato.


Fase 4. Diventare esperti

In questa fase viene dato ampio spazio alla sicurezza informatica, in relazione ai pericoli propri della Rete e agli strumenti per difendersi adeguatamente, con un’attenzione particolare alla navigazione “controllata” per i bambini.
La seconda parte introduce alle reti domestiche, cablate e wireless, spostando poi l’attenzione sulla connettività in roaming attraverso lo smatphone, visto non come semplice device per l’accesso alla Rete, ma come strumento simbiotico rispetto al PC. Conclude il corso l’utilizzo delle suite “office” in ambito aziendale, con un ricco approfondimento sugli elaboratori di testo e sui fogli di calcolo, fino all’organizzazione del tempo attraverso le agende elettroniche.
 

La certificazione PEKIT Expert si consegue superando quattro esami:

  1. Cominciare le operazioni
  2. Vivere in connessione
  3. Esperienza Multimediale
  4. Diventare Esperti

Scarica il programma ufficiale della certificazione

Accreditamento per la Formazione Continua e Superiore

Informatic World Associazione No Profit -  Codice Fiscale: 92051040803 - P.IVA:02436820803
Sede Legale: Via Sbarre Inferiori, 234/C - 89129 Reggio Calabria - Telefono: 0965 - 595367

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la PRIVACY POLICY. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.